AIAB
Emilia Romagna, da statuto, opera per promuovere una cultura ecologica, legata alla salvaguardia dell’ambiente attraverso l’applicazione dell’agricoltura biologica come metodo di produzione agricolo. Raggruppa circa 400 aziende agricole biologiche appartenenti al territorio dell’Emilia Romagna. Per lavorare in modo condiviso associa anche tecnici esperti e consumatori consapevoli che scelgono così di sostenere l’agricoltura biologica.

La sede regionale è attiva dal 1997 e opera a stretto contatto con le realtà del biologico del territorio. 

Le attività principali svolte da AIAB Emilia Romagna riguardano la promozione e la divulgazione del metodo biologico, attraverso eventi, iniziative, pubblicazioni, che coinvolgono sia i produttori sia i consumatori. Promuove inoltre l’avvicinamento e la conoscenza tra produttori e consumatori attraverso la costituzione di Gruppi di Acquisto e Vendita Solidali e attraverso lo sviluppo di mercati locali di prodotti biologici. Svolge attività di assistenza tecnica per facilitare il lavoro alle aziende agricole associate. Collabora con principali Enti di formazione e con gli Enti pubblici per l’aggiornamento e la formazione di agricoltori, tecnici, neodiplomati, neolaureati che operano nel biologico o che vogliono intraprendere questa strada.

Opera anche in collaborazione con strutture non strettamente legate al biologico ma con le quali sviluppa le tematiche dell’etica, del consumo critico, dell’equo-solidale, dell’economie alternative.

AIAB Emilia Romagna è operativa anche a livello internazionale attraverso IFOAM (International Federation of Organic Agriculture Movements), di cui è socia si a livello europeo che a livello mondiale, attraverso la partecipazione al Tavolo Equo & Bio dell’Emilia Romagna che sviluppa, insieme alle principali O.N.G. progetti di avvio di percorsi biologici in paesi Extra Europei.

Le attività di AIAB Emilia Romagna sono realizzate grazie al sostegno dei soci e con finanziamenti di carattere locale, regionale, nazionale.