La Regione Emilia-Romagna, attraverso l’Assessorato competente in materia di agricoltura, persegue da anni obiettivi di qualità e sicurezza alimentare.

In particolare, nell’ambito delle politiche agricole, essa sostiene le produzioni agroalimentari certificate, legate al territorio d’origine, ottenute con metodi produttivi controllati, rispettosi della salute e dell’ambiente.

Tali politiche si completano con interventi di orientamento dei consumi e educazione alimentare, rivolti alla popolazione.

Tale attività è regolamentata dalla legge regionale n. 29/2002 “Norme per l’orientamento dei consumi e l’educazione alimentare e per la qualificazione dei servizi di ristorazione collettiva”.

Tra gli obiettivi:

  • migliorare le conoscenze in tema di alimentazione, favorendo la comprensione del rapporto tra agricoltura, ambiente, alimentazione, salute;
  • rafforzare la fiducia negli alimenti ed orientare nelle scelte di acquisto e di consumo;
  • favorire l’adozione di comportamenti alimentari e stili di vita consapevoli; insegnare a riconoscere e ad apprezzare alimenti di qualità’;
  • far conoscere le produzioni, la cultura e le tradizioni alimentari del proprio territorio;
  • promuovere un rinnovato rapporto col territorio ed il mondo rurale, intesi come sistemi che custodiscono il cibo locale.

Con tale legge la Regione esorta al consumo, nell’ambito della ristorazione collettiva pubblica, di prodotti provenienti da coltivazioni biologiche, integrate, nonché di prodotti tipici e tradizionali regolamentati ai sensi della normativa comunitaria, nazionale, regionale vigente.
Ciò anche nella consapevolezza di dover tutelare la salute dei propri cittadini e in particolare delle categorie più esposte come i giovani, i malati e gli anziani, oltre che per favorire il consumo di produzioni locali e quindi promuovere lo sviluppo di attività agricole ecocompatibili nel proprio territorio.

Per approfondimenti:

Programma per l’orientamento ai consumi e l’educazione alimentare 2013-2015
Regione Emilia-Romagna

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *




*